Fifty shades darker: trailer #3. Un trailer che lascia indifferenti.

0
Tutti noi ricordiamo lo scalpore prima dell’uscita di 50 sfumature di grigiocome tutti noi ricordiamo l’esaltazione delle ragazzine davanti ai trailer, l’invasiva pubblicità, gli esagerati incassi al botteghino e l’unanimità dei giudizi negativi della popolazione mondiale, ragazzine esaltate comprese. Il film iniziò quindi anche a collezionare premi negativi quali i razzie, eccetera, eccetera. Tutto questo perché (ne siamo tutti sicuri) libro e film sono imbottiti di clichè, luoghi comuni, frasi fatte che formano una sceneggiatura narcotizzante e un film piatto e banale. I produttori però, sapendo che la gente andrà ugualmente a vedere le trasposizioni cinematografiche dei 2 seguiti, annunciano questi ultimi, cinquanta sfumature di nero (tra l’altro colore senza sfumature, ottima metafora sul piattume che uscirà fuori da questo film!) e cinquanta sfumature di rosso. Purtroppo si hanno sempre più immagini e trailer di questo seguito, si ha la data di uscita che coincide con san valentino. Mi fa molta tristezza il fatto che gli incassi del film saranno probabilmente molto più bassi del predecessore, come mi fa tristezza il fatto che migliaia di persone hanno perso tempo per un lavoro inutile, mal ricompensato. Cosa offre questo terzo trailer precisamente? NULLA. Ciò che si può scorgere in questo trailer? Luoghi comuni, frasi fatte e clichè. Come il primo film! Pronostici? Regia scolastica, sceneggiatura fatta con il copia e incolla dai film romantici più banali in circolazione condita da scene e sottotrame inutili, sesso conformista, dolorosi “”omaggi”” ad eyes wide shut (infatti si nota come gli sceneggiatori non abbiano mai visto nella loro vita il suddetto film), musica tamarra e fastidiosa, aspetto tecnico che si tiene sulla mediocrità, fine. Si può già dedurre come il film sia inutile e vederlo sia uno spreco di tempo. Vi lascio il link al trailer, in caso abbiate 2 minuti da buttare via.