Jared Leto: 5 motivi per amare Mr J di Suicide Squad

0
jared leto

Sguardo di ghiaccio, sorriso accattivante e lineamenti da capogiro: oggi Jared Leto compie 45 anni ma sembra che per lui il tempo non passi mai. Con talento da vendere e un Oscar in tasca, Mr J entra a pieno titolo nella lista dei divi più potenti di Hollywood. D’altro canto, la sua bravura è innegabile, specie se parliamo di cinema e musica. Leto riesce a muoversi con grande maestria tra un ruolo e l’altro e non solo cinematograficamente parlando: cantante, attore, regista, produttore…tutto concentrato in una sola persona. I riflettori puntati addosso Jared ce li ha già da un bel po’, specie da quando ha vinto il premio Oscar come Miglior Attore Non Protagonista per Dallas Buyers Club. Il vero boom, però, c’è stato quest’anno quando Leto ha interpretato una (ancora) nuova e rivisitata versione di Joker nell’attesissimo film Suicide Squad al fianco di Margot Robbie, Will Smith e Cara Delevingne. Insomma, 45 anni di successi che oggi celebriamo mostrandovi 5 buoni motivi per amare (se non lo fate già, cominciate ora) questo artista straordinario.

Jared cuore d’oro: i ringraziamenti agli Oscar

Chi conosce la storia di Jared Leto saprà bene della sua difficile infanzia: i genitori si separarono quando lui era ancora molto piccolo e la mamma ha tirato su lui e suo fratello Shannon da sola, complice soltanto la vicinanza del nonno materno. Per aiutare la famiglia, Mr J ha lavorato sin da bambino e il suo primo impiego risale a quando aveva 12 anni. Nonostante tutto, l’attore è grato di tutto l’amore ed il sostegno ricevuto ed è per questo che il discorso agli Oscar 2014, quando ha ritirato il premio per Dallas Buyers Club, ha commosso tutti: “Nel 1971, a Bossier City, in Louisiana, una ragazza adolescente scopre di essere incinta del suo secondo bambino. Si è ritirata dal liceo, è una madre single. Ma contro ogni previsione lei riesce a dare una vita migliore a se stessa e ai suoi bambini. Insegna loro ad essere creativi, a lavorare sodo e a raggiungere l’impossibile.
Quella ragazza è mia madre ed è qui stasera. Mamma, ti voglio bene. Grazie per avermi insegnato a sognare!“. Più tenero di così.

Jared simpatico burlone: scherzi macabri sul set di Suicide Squad

Sembra che il soprannome Mr J sia nato proprio sul set di Suicide Squad. Attenzione, però: la J non sta per Jared, ma per Joker. Pare, infatti, che Leto si sia immedesimato un po’ troppo nel personaggio e che per sei mesi di fila non abbia rivolto la parola ai colleghi se non sul set nei panni del villain Dc durante le riprese. Addirittura l’attore si sarebbe divertito ad inviare simpatici regali che sfiorano il macabro ai colleghi. Una romantica lettera d’amore con tanto di topo vivo in una scatola per Margot Robbie, la sua Harley Quinn, e dei proiettili in busta per Will Smith, Deadshot. Chi non vorrebbe un amico così?

Jared Leto: mille look, un solo profilo (Instagram)

Alzi la mano chi almeno una volta ha spulciato il profilo Instagram di Mr. J! La prima cosa che salta all’occhio è che c’è una certa costanza…nell’incostanza! Capelli lunghi, corti, medio lunghi, neri, rossi, verdi, castani, biondo platino, barba lunga e curata, incolta o rasata…e chi più ne ha più ne metta. Sin dai tempi dei 30 Seconds To Mars, Jared ha sfoggiato gli outfit e i look più disparati e c’è da dire che mai nessuno di questi ha stonato con la sua bellezza, anzi, in qualsiasi modo lo metti sta sempre bene. Persino nei panni di una donna riesce ad essere convincente. Questa sua caratteristica ha fatto si che divenisse testimonial di numerosi marchi di moda. Come non essere d’accordo?

Jared Leto per il sociale: tutte le cause del premio Oscar 2014

Oltre che essere vegano e convinto vegetariano, Jared Leto è uno che sostiene con tutte le sue forze cause che gli stanno molto a cuore. Tra queste vi è la battaglia a favore dei diritti delle coppie omosessuali, la lotta contro il maltrattamento degli animali ed il sostegno di popolazioni in difficoltà. Proprio nel 2011, Leto pubblicò un libro di fotografie scattate da lui durante un suo viaggio ad Haiti i cui ricavati sarebbero andati in favore delle popolazioni del posto colpite dal terremoto del 2010. Sono molte le star che sostengono tali cause. Fra questi vi è anche Leonardo Di Caprio che, proprio recentemente, ha lanciato il suo documentario Before The Food. Bisogna ammettere che quando celebrità di un certo calibro sposano queste cause sono capaci di smuovere numerose coscienze ed è per questo che personaggi del genere diventano ammirevoli sul lato umano: sono consapevoli del potere della propria voce e la usano a fin di bene. Un punto per Mr J.

Istrionico Jared: da Efestione a Rayon, tutti i volti di un artista

Che tu debba interpretare il braccio destro segretamente innamorato dell’Imperatore più potente mai esistito o un transessuale malato d’Aids che va incontro a morte tragica e straziante, poco importa…tu sei Jared Leto e lo fai dannatamente bene.

CONDIVIDI
Articolo precedenteI dieci film notevoli (ma non migliori) del 2016!
Articolo successivo5 libri sul cinema da leggere e regalare. Anche se non è Natale
Animo pop dai gusti ricercati, riesco a passare da Britney Spears a Fabrizio De Andrè con gran disinvoltura ma che nessuno tocchi Leonardo Di Caprio, unico degno erede del magnifico Robert Redford. Il Padrino vol. II è il mio film preferito ma una lacrima mi scappa comunque ogni volta che guardo Harry Potter. Se mi chiedi qual è il miglior fantasy mai scritto, ti rispondo Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo...mi è piaciuto così tanto che è stato il protagonista della mia tesi di laurea. Classe '89, smania per il cinema, amore per la letteratura e slancio per la comunicazione: le mie passioni sono diventate il mio lavoro. Web Writing e Social Media sono il mio pane quotidiano...avere fame non è mai stato così bello.