I Dossier della Scimmia: Il Freddo

0

romanzo-criminale-ep9-02

Nome: Fabrizio Soleri

Nickname: Il Freddo

Serie tv: Romanzo Criminale

Residenza: Roma

Professione: Criminale

Frasi Celebri: “Soleri me ce chiamano solo e’ guardie e pe’ tutti l’artri so er Freddo”

 

Roma, 1977; Fabrizio Soleri (da tutti conosciuto come “Il Freddo”) è a capo di una piccola “batteria” criminale nel quartiere di Testaccio. A seguito dell’acquisto di un’automobile rubata di proprietà del Libanese, il Freddo incontra quest’ultimo e, nonostante qualche ruggine iniziale, i due decidono di unire le rispettive batterie per sequestrare il barone Rossellini. Dopo aver ottenuto il riscatto, il Libanese propone alle due bande di trattenere una piccola parte di denaro e di reinvestirne la maggior parte nel traffico della droga; il Freddo, fiducioso nelle intenzioni del Libanese, è il primo ad accettare la proposta, a condizione che, nella nuova banda, non vi sia la figura di un “capo” ma che si continui a decidere tutti insieme. È la nascita di quella che venne denominata la Banda della Magliana: organizzazione criminale che mise a soqquadro la Capitale fino ai primi anni 90’.

tumblr_nw7qyjcblj1thj0e1o1_1280

Introverso, taciturno ed estremamente scaltro, il Freddo conduce un’esistenza piuttosto solitaria: rispetta la maggior parte dei componenti della banda ma li considera come soci in affari, non come veri e propri amici e non li frequenta quasi mai al di fuori del “lavoro”; vive in un vecchio magazzino adibito a casa alla periferia di Roma lontano da tutto e tutti, dove ama rinchiudersi per pensare ed isolarsi dal Mondo. Essendo in pessimi rapporti con il padre, esistono solamente 2 persone a cui si sente veramente legato: suo fratello Gigio, un ragazzo tossicodipendente facilmente ricattabile nei confronti del quale il Freddo dimostra “a modo suo” di provare affetto sincero, e Roberta, la classica ragazza della porta accanto, limpida e dal viso angelico di cui egli si innamora ed unica persona alla quale mostra il suo lato sensibile e romantico.

8_romanzo_criminale_2_settimo_episodio

Inizialmente fila tutto liscio e i rapporti con il Libanese sono di rispetto reciproco e collaborazione, ma ben presto il Freddo inizierà ad allontanarsi da lui non approvando le sue manie di grandezza né tanto meno gli accordi trasversali stretti con i Servizi Segreti e la Camorra; egli preferirebbe non allargare eccessivamente il giro d’affari della banda mantenendo una sorta di low profile perché, come afferma lui stesso, “Quando sei arrivato ‘n’ cima, poi solo scenne.” Il suo obiettivo è quello di mollare tutto e partire per il Brasile con la sua amata Roberta, ed iniziare una nuova vita in Sudamerica; riuscirà a realizzare il suo sogno?

Romanzo Criminale è, senza ombra di dubbio, uno dei pochi prodotti di altissima qualità mai realizzati in Italia: attori in stato di grazia, la trama tratta da una storia vera e le ambientazioni d’epoca, donano a questa serie tv qualcosa di magico. Vinicio Marchioni (il Freddo) si supera rendendo il personaggio da lui interpretato carismatico e avvolto da un alone di solitudine e, il fatto di essere balbuziente, dimostra il suo coraggio a mettersi in gioco e la sua determinazione a superare un problema che, soprattutto in un mestiere come quello dell’attore, sembrava essere insormontabile.