La prima di Silence di Martin Scorsese in Vaticano

Scordiamoci red carpet, paparazzi impazziti e abiti mozzafiato. La prima di Silence,  ultimo film di Martin Scorsese, infatti non avverrà in qualche rinomato festival cinematografico ma bensì nella città del Vaticano. A dichiararlo è stato lo stesso regista in un’intervista rilasciata al Magazine domenicale del New York Time. Il film infatti, distribuito in Italia dalla 01 Distribution a partire dal 12 gennaio, racconta la storia di due preti gesuiti portoghesi in viaggio per il Giappone con l’obbiettivo di cercare il loro mentore,  padre Ferreira (Liam Neson). Un volta giunti nell’estremo oriente, verranno perseguitati e torturati dalle comunità locali.

Il progetto, racconta Scorsese, era già in piedi dal 1989 quando acquistò i diritti del libro di  Shūsaku Endō che ripropone appunto le persecuzioni subite dai cristiani durante il periodo Tokugawa nella prima metà del XVII secolo in Giappone. Il New York Times afferma che seppur essere un film sul passato, la pellicola presenta tematiche assolutamente attuali: come ad esempio la persecuzione dei cristiani, come avviene oggi in medio oriente e molte altre. Ultima chicca: a firmare la scenografica non potevano che non essere  i due professionisti italiani Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, entrambi vincitori di tre premi Oscar.